CHALLENGE 2015

Con la mente caricata al massimo di energia ed entusiasmo e lo zaino pieno di indumenti pesanti per passare quella che si prospettava una notte a dir poco gelida, sabato 20 giugno siamo partiti nel far del giorno per il Challenge, un evento di zona per soli Noviziati. Il Challenge è una sfida, che si cimenta su più prove da superare lungo un percorso.

Ripartiti da Possagno con un lungo gregge di auto, sbagliato strada, rotto una frizione e attraversato una mandria di simpatiche mucche siamo (fortuitamente) arrivati a Malga Camparona un posto disperso sul monte Grappa a circa 1300 s.l.m.

Lì abbiamo subito montato le tende sotto una lieve pioggerellina e mangiato sotto una rovinosa grandinata al riparo in una stalla.

A causa delle complicazioni atmosferiche con circa un'ora di ritardo siamo stati divisi in pattuglie formate da tre (per i più fortunati/e quattro) persone provenienti da Noviziati di diversi gruppi scout della zona Agesci di Castelfranco V.to.

Con tante domande siamo dunque partiti alla volta delle postazioni con l’ausilio di bussola, cartina e coordinatometro, come i veri scout. Le tappe prevedevano attività riguardanti: sicurezza in Route, primo soccorso, montaggio tenda (la più estenuante!), messa in sicurezza in montagna, servizio antincendio, ponte tibetano, botanica e comunicazione radio.

Tornati al campo base, dopo aver coperto circa mezzo percorso, abbiamo partecipato alla SS. Messa. La cena sempre per pattuglia era un’altra prova per testare la nostra creatività e abilità ai fornelli, seguita da una scenetta con il gioco notturno che prevedeva il recupero di palloncini illuminati da starlight (ancora un’altra prova).

La preghiera serale ci ha fatto riflettere sui nostri talenti, bellissimo momento perché almeno questa non era una prova e tutti a dormire con un caldo te e un buon dolce.

Svegliate alle 6.30 da un urlo alquanto insolito in una splendente domenica, dopo aver fatto colazione, siamo partite con le nostre pattuglie per completare le prove che non avevamo fatto il sabato.

Concluso il percorso siamo tornati al campo pensando chi avesse vinto. Senza un attimo di tregua abbiamo smontato le tende, pranzato con la pasta preparata dalla cambusa e preparati per concludere l'evento. Il cerchio è iniziato con il mostrare a tutti il simbolo che meglio rappresentava il Talento scoperto in questo Challenge come chiedeva la preghiera del mattino, poi è stata premiata la pattuglia che aveva totalizzato più punti in tecnica e stile nelle varie prove sostenute.

Ringraziamo tutti i capi e volontari che nelle prove ci hanno insegnato cose nuove indispensabili per la Route e la cambusa per la pasta buonissima.

Il nostro super ringraziamento va a Myriam e Eliseo che hanno vissuto con noi questa avventura e che insieme a Irene e don Luca ci hanno supportate in tutto il percorso del Noviziato Fenice 2014/2015.

Buona strada.

Greta, Alice, Silvia

20150620 21 Challenge MgaCamparona 005

 

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti in particolare per le seguenti funzionalità: Video YouTube e mappe Google Maps, Servizio statistiche Histats. Continuando a navigare, si accettano i cookie.