“Era un uomo che doveva aver viaggiato dappertutto, perlomeno con la mente” (Jules Verne)

Ed è esattamente quello che il Branco della Roccia Azzurra ha fatto l’ultima settimana di Luglio, quando in stazione a Camposampiero ha preso il treno con direzione Santa Croce del Lago.

Una volta sbarcati alla stazione, i nostri lupetti ogni giorno hanno visitato un continente diverso per aiutare Passepartout e Mr Fogg nella folle impresa di fare il giro di tutto il mondo in soli 80 giorni.

D’altronde una scommessa è una scommessa e bisogna mettercela tutta per vincerla: Ecco spiegato tutto l’entusiasmo nel costruirsi la meridiana, nell’imparare a fare i segnali di fumo, nel creare una storia con le ombre cinesi…

La settimana è stata un susseguirsi di avventure, anche culinarie! Non si può visitare un continente e non assaggiare niente di tipico di quel paese, no? Quindi un giorno i nostri viaggiatori hanno mangiato le brioches, un giorno i Falafel, per esempio.

Non ci siamo fatti mancare neanche gli imprevisti in viaggio… siamo passati da fare il bagnetto nel lago col sole splendente, a farci la doccia 5 secondi dopo sotto ad una pioggia torrenziale che ha visto costretti i vecchi lupi a costruire un rifugio di fortuna per riparare tutto il branco!

Vi sembrerà impossibile, ma allo scoccare delle 12.00 dell’ottantesimo giorno i lupetti, Passepartout e Mr Fogg ce l’hanno fatta!

Sono riusciti a fare il giro del mondo in 80 giorni… o almeno la stanchezza che avevamo addosso ci faceva sembrare di averlo fatto… Ma poco importa! Come ogni anno ci siamo portati a casa una super avventura che continuiamo a ricordare con il sorriso! Tutto sommato, i viaggi migliori si fanno con la mente, ma soprattutto… in buona compagnia!!

 

Buona Caccia 

I Vecchi Lupi

 2016 Vacanze di Branco 2

SUPEREROI IN UNIFORME

Quando si pensa ai lupetti, si tende a pensare a dei bambini vestiti di azzurro, col cappellino in testa che fanno giochi e bans in piazza. Quest’anno però domenica 23 Agosto Loreggia ha assistito alla partenza di 25 supereroi che avevano una missione ben precisa da compiere: approdare a Campolongo sul Brenta per aiutare un omino strano proveniente dallo spazio a sconfiggere il mostro che andava in giro a spargere solitudine, perché secondo lui “da soli è meglio”.

Questo è stato il tema in cui abbiamo immerso i nostri supereroi durante le vacanze di branco. Come ogni supereroe che si rispetti, erano a gruppi e ogni gruppo era dotato di un superpotere: super vista, super udito, super forza e super elasticità.  Scoperta l’esistenza di queste loro nuove doti, abbiamo potuto cominciare gli allenamenti, in modo che il mostro non ci trovasse impreparati al suo arrivo. Era necessario imparare a controllare le nostre nuove doti, per poterle poi utilizzare al meglio.

Andando avanti col campo, però, si renderanno conto che il loro potere è un incredibile vantaggio, ma può diventare anche un grosso limite. Per trovare l’antidoto contro la malvagità del mostro hanno dovuto infatti fare affidamento anche sui poteri degli altri supereroi.

Gradualmente dunque ogni supereroe si è reso conto che ognuno di loro aveva un punto di forza da valorizzare, senza però dimenticare che se li avessero tenuti solo per loro l’efficacia sarebbe stata limitata. Quindi non è vero che “da soli è meglio”, anzi: mettere a reciproca disposizione le doti di cui si dispone è l’unico modo per costruire davvero qualcosa. È proprio in questo modo che abbiamo sconfitto il mostro durante la battaglia finale!

Anche supereroi così allenati e coraggiosi però, sentono la mancanza dei genitori, quindi domenica 30 Agosto si sono goduti il riposo del guerriero tra le braccia della mamma e del papà, mentre raccontavano loro tutte le nuove esperienze.

Noi Vecchi Lupi, anche noi un po’ supereroi, cogliamo l’occasione per ringraziare i genitori che si sono resi disponibili per la buona riuscita del campo, i cambusieri che ci hanno viziati con ogni lauto pasto e Don Luca, per aver trovato ben due giorni da dedicarci.

I Vecchi Lupi

 

2015 VdB Campolongo sul Brenta

  • Uniforme e berretto
  • Sacco a pelo, federa e lenzuola/copri materasso
  • Zainetto per brevi escursioni
  • 2/3 paia di scarpe: da ginnastica, scarponcini (OBBLIGATORI) e ciabatte
  • 2 paia di calzettoni grossi di lana
  • 5/6 paia di calzetti di cotone
  • Un magione pesane
  • Una felpa
  • 6/7 magliette di cotone
  • 3 paia di pantaloni corti
  • 2 paia di pantaloni lunghi
  • 1 tuta da ginnastica
  • Pigiama o tuta per la notte
  • Giacca a vento E K-way/poncho
  • Biancheria intima
  • 2 asciugamani (uno grande o un accappatoio per la doccia e uno medio o uno piccolo)
  • Sapone, spazzolino, dentifricio, shampoo e fazzoletti
  • Sacca per la biancheria usata
  • Una torcia, con batterie di ricambio
  • Una borraccia

Inoltre ogni lupetto dovrà portare:

  • Il quaderno di caccia
  • Colla
  • L’astuccio
  • Il materiale per le prede e le specialità
  • Forbici

Tutto il materiale sopraelencato deve essere, possibilmente, contenuto in uno zaino o borsa.

N.B.: Facciamo presente ai signori genitori che l’occorrente per le Vacanze di Branco può diminuire o aumentare a seconda delle esigenze del figlio

Cose da evitare: Scarpe nuove, sandali, valigie rigide (non portare trolley), cellulari e dispositivi elettronici.

Buona Caccia

Branco della Roccia Azzurra, Vacanze di Branco 2014, Nevegal (BL)

Il 29 giugno, con il branco della roccia azzurra, siamo partiti per una grande avventura alla ricerca del guerriero dragone. Il guerriero dragone, come dice un’antica leggenda, è un combattente imbattibile che può sconfiggere anche il più grande dei mali.

Arrivati nella nostra dimora abbiamo subito conosciuto un nuovo amico, molto goffo e impacciato ma dall’animo molto buono, si chiamava Po, è un panda un po’ cicciotto che lavora in un ristorante ma che ha un grande, anzi un immenso sogno: unirsi a Mantide, Scimmia, Vipera, Tigre e Gru ovvero ai 5 cicloni.

Però purtroppo giunse una bruttissima notizia, Taylung era scappato ed era una minaccia per l’intera valle, così i 5 cicloni cominciarono subito l’allenamento. Po nel frattempo si mise in un bel guaio e per errore era stato scelto dal maestro Ubue per diventare il famoso guerriero dragone, così, anche lui nonostante non fosse ben visto dai 5 cicloni iniziò l’allenamento guidati dal maestro Shifu.

Così passarono i giorni, le 5 leggende e Po sempre sotto la giuda di Shifu e Ubue, scalarono la montagna sacra, impararono a costruire potentissime cerbottane e prepararono da mangiare per tutti.

Però un vero guerriero Kung Fu non è solo forte nel fisico ma anche nell’anima quindi, i 5 cicloni e Po andarono al Santuario della Madonna del Lourdes dove con l’aiuto di un saggio ed anziano Baloo (il quale era stato scout per moltissimi anni nell’ASCI e nell’FSE aveva conosciuto una delle Aquile Randagie) ritrovarono la pace interiore anche grazie al bellissimo luogo dove erano.

Inaspettatamente però una sera i seguaci di Taylung attaccarono il villaggio e grazie all’allenamento che avevano ricevuto i 5 cicloni e Po riuscirono a sconfiggere i nemici e a recuperare l’antica pergamena del drago, che era stata rubata, nella quale era scritto il segreto per diventare un guerriero dragone!

Il giorno seguente dopo aver letto la pergamena ricominciarono gli allenamenti perché la minaccia di Taylung era sempre più vicina e quindi Shifu attraverso una serie di prove fisiche provò che tutti i suoi allievi erano pronti per sconfiggere il temuto nemico. Infatti poco dopo si presentò al villaggio Taylung e tutti insieme aiutati dal formidabile Po, ormai guerriero dragone, riuscirono a sconfiggerlo ed a imprigionare nuovamente Taylung riportando la pace nella valle.

I vecchi lupi ringraziano tutti quelli che hanno contribuito a dare una mano per la realizzazione del campo, in particolar modo alle cuoche Maria e Elena che ci hanno allietato con la loro gioia e disponibilità.

BUONA CACCIA!

I vecchi Lupi

2004 Lupi Nevegal