Da poco il gruppo scout di Loreggia ha celebrato 40 anni dalla sua fondazione con una festache ha coinvolto in 3 giorni piùdi 200 persone.

Lo scautismo è una realtà radicata nel nostro territorio, a dimostrazione di questo, se non fosse bastato l’affetto di tutti coloro che hanno risposto presente al nostro invito, c’è anche il crescente gruppo di ragazzi che entra a far parte del’associazione AGESCI, che a livello nazionale conta oltre 180.000 persone.

Ma cosa spinge un bambino in mezzo alla natura, un adolescente a prendersi cura dei suoi fratelli più piccoli, un giovane a interrogarsi nella fede e nel servizio e un adulto ad investire del tempo per permettere loro di farlo e di crescere contemporaneamente?

Il chi siamo e il dove puntiamo sono le due domande a cui, rispondendo, si intuisce anche il perché di quanto detto prima.

L’AGESCI come associazione ha un obiettivo preciso nei giovani che vengono affidati ad un capo: permettere di fare e vivere una progressione personale in una realtà dinamica, il tutto divertendosi.

Per questo raccogliamo i nostri censiti in tre branche, LUPETTI e COCCINELLE, che comprendo noi bambini dagli 8 ai 10 anni, che vivono nel gioco e nel divertimento la scoperta di tutto ci che li circonda, gli ESPLORATORI e le GUIDE, dagli 11 ai 15 anni, dove questa scoperta si realizza anche attraverso la sobrietà e la ruralità di momenti fortemente comunitari,e i ROVER e le SCOLTE, dai 16 ai 21 anni, i quali, terminata la scoperta si affacciano alla comunità nel servizio e nell’amore. Un percorso lungo, poco banale e tante volte complicato, ma non per questo privo di soddisfazioni, di amicizie cementate e di gioia.Tutto ciò si manifesta con l’aiuto di un percorso di fede che perme all’associazione stessa e il suo stile educativo.