Lettera di Natale 2015

Carissimi amici e sostenitori a distanza dei nostri bambini, in un momento in cui tutti nel mondo si chiedono se ci sara’ un futuro per il nostro pianeta, noi vogliamo ancora una volta ascoltare la parola di Dio che fa luce sulle parole degli uomini e sugli avvenimenti che ci preoccupano:“Sorgeranno molti falsi profeti e inganneranno molti; per il dilagare delle iniquità l’amore di molti si raffredderà. Ma chi persevererà fino alla fine sarà salvato. Frattanto questo vangelo del regno sarà annunziato in tutto il mondo, perché ne sia resa testimonianza a tutte le genti, e allora verrà la fine”. (Mt 24;11-14) “In quel giorno coloro che avranno indotto molti alla giustizia risplenderanno come le stelle per sempre”. (Daniele 12,3)

Permettetemi di illustrare questa profezia con il seguente fatto.

Carissimi sorelle, amici e benefattori,

Il Natale è ormai vicino e vogliamo farci presenti per augurare a tutti voi i migliori auguri da pace e gioia.

Quest’anno la celebrazione dell’Incarnazione del Figlio di Dio riveste un significato particolare nella coincidenza dell’Anno della misericordia. Dio ci da in Gesù la prova più grande del suo Amore facendosi uno di noi per salvarci e ridonarci la dignità perduta. La sua misericordia ci avvolge ogni istante della nostra vita, è come il respiro che rigenera e dona serenità. Ci sentiamo immensamente grate a papa Francesco per questo dono alla Chiesa.

In occasione della Giornata Missionaria Mondiale si è svolto in Sala Polivalente l'incontro con la delegazione indigena con, come oggetto, i 100 anni di evangelizzazione nell'Amazzonia brasiliana e le nuove sfide per i giovani Indios. Sono intervenuti fr. Carlo Zacquini (50 anni di missione tra gli Indios), Ivaldo André (indio Macuxi, vice coordinatore del Comitato Indigeno di Roraima), Enock Baroso (tenente, giovane indio Tuarepang). 

APRI LA PRESENTAZIONE con le foto che ha accompagnato l'incontro con gli Indios

Carissimi sorelle, amici e benefattori, ricevete il nostro più cordiale e fraterno saluto che vi raggiunge dopo la pausa estiva.

Mentre da voi le scuole e le altre attività riprendono, qui da noi regna ancora l’incertezza a causa della crisi politica che non trova soluzioni.

Dalla nuova missione a Estalagem (Angola) Sr. Rosalia Scoizzato invia importanti notizie.

Carissimi amici del gruppo “missione e solidarietà”, ho ricevuto 900,00 euro, frutto della vostra laboriosità e generosità. Il Signore vi ricompensi e benedica. Da parte mia e nostra posso solo pregare il Buon Dio che vi dia salute, serenità e.....lavoro per voi e le vostre famiglie.

Questi soldi li ho destinati all'acquisto di latte e medicinali per i bambini denutriti: ce ne sono sempre tanti, purtroppo! Ma, con l'aiuto della Provvidenza, non è mai mancato il necessario per ciascuno di loro.